L’Agenzia delle Entrate, attraverso la risposta all’interpello n. 9 del 5 gennaio 2021, chiarisce che l’accesso al Superbonus 110 è applicabile anche nel caso di villette a schiera che si trovano all’interno di un residence, sottolineando che questo deve possedere un accesso autonomo e deve essere funzionalmente indipendente.

Il caso riguarda il proprietario di una villetta a schiera in un residence che chiede di poter accedere all’agevolazione del Superbonus 110 per svolgere dei lavori edilizi secondo la normativa di riferimento, sottolineando il fatto che la villetta in questione per le sue caratteristiche può essere considerata come un edificio unifamiliare, e quindi idonea per ottenere la detrazione fiscale.

Le Entrate, analizzando il caso, sostengono che le singole unità immobiliari appartenenti all’istante, anche se si trovano inserite all’interno di un edificio plurifamiliare, possiedono i requisiti specifici per poter accedere alle detrazioni fiscali previste dal Superbonus 110, ovvero l’indipendenza funzionale (gli impianti di acqua, gas, energia elettrica e riscaldamento sono di proprietà esclusiva) e l’accesso autonomo dall’esterno. Alla villetta a schiera in questione, infatti, si può accedere attraverso un passo carraio privato posto in esterno e comune a più abitazioni.

In conclusione, l’Agenzia delle Entrate conferma che l’istante può accedere alla detrazione fiscale prevista dal Superbonus 110 per svolgere i lavori sulla sua proprietà, chiarendo che nel caso di una villetta a schiera che si trova nel contesto di un residence, questa deve possedere l’indipendenza funzionale e un accesso autonomo.